mercoledì 13 gennaio 2016

Sushi mon amour ..

Ebbene carissimi cuochetti oggi ho voluto cimentarmi in una nuova sfida preparando un piatto giapponese di cui siamo tutti ghiotti in famiglia: il sushi. 
L'ho amato da subito ma l'ho anche sempre considerato troppo complicato da preparare .. ecco mi sbagliavo, una volta arrotolato il primo gli altri vengono da soli.



Ok sull'estetica c'è da lavorare lo ammetto, ma .. ho vinto la sfida! Vedi alle volte i nostri condizionamenti mentali quanto ci limitano.
Questa volta ho voluto prepararlo con tonno, surimi, salmone, carote, avocado e tofu, ma per la prossima ho già in mente di usare ananas, cetriolo, tonno in scatola, carpaccio di polpo, crostacei .. a questo punto non mi pongo più limiti.
Il pesce dovrà essere fresco e congelato da almeno 36 ore per eliminare i batteri. Unico attrezzo indispensabile è la stuoietta in bambù che potete trovare facilmente.  
Allora, avete voglia di sperimentare questa deliziosa ricetta?

per 4 o 6 persone
1 confezione di alghe nori
g 500 di riso giapponese 
750 ml di acqua (io ho usato la quantità suggerita sulla confezione del riso)
150 ml di aceto di riso 
sale
condimenti
1 carota
g 100 di tonno fresco
g 100 di filetto di salmone fresco
tofu
1 avocado
salsa di soia
semi di sesamo
  • Mettiamo il riso a bagno in acqua fredda, sciacquiamolo sotto acqua corrente, scoliamolo e risciacquiamolo più volte finché l'acqua non diventerà limpida. Scoliamolo e versiamolo in una casseruola, aggiungiamo l'acqua, un pizzico di sale e copriamo la casseruola con il coperchio, non dovremo mai scoprirlo fino al termine della cottura. Portiamo a bollore e abbassiamo la fiamma. Deve cuocere almeno 10 o 12 minuti. Apriamo la pentola, verifichiamo la consistenza del riso e, quando risulterà asciutto, spegniamo il fuoco e lasciamolo riposare per 10 minuti.
  • Trasferiamo il riso in un insalatiera lasciando nella pentola quello che rimarrà attaccato al fondo (che non dovremo utilizzare) e uniamo gradatamente e uniformemente 130 ml di aceto di riso, mescoliamo tagliando il riso delicatamente e il meno possibile con una spatola dritta e contemporaneamente sventoliamo per farlo raffreddare. Con uno strofinaccio da cucina bagnato con acqua e strizzato copriamo il riso facendolo aderire bene. Lasciamo riposare per almeno un'ora o finché non si sarà raffreddato quasi completamente.
  • Prepariamo il condimento: tagliamo metà quantità di tonno a cubetti e sminuzziamolo con il coltello il più possibile, mettiamolo in una ciotola con una quantità di tofu a piacere e 1 cucchiaino di salsa di soia, mescoliamo fino ad ottenere una densità cremosa. Tagliamo a listarelle spesse mezzo cm circa il tonno fresco rimasto e il salmone, laviamo e peliamo le carote, priviamo della buccia e del nocciolo l'avocado e tagliamoli entrambi a listarelle. In una ciotola versiamo l'aceto di riso rimasto e due bicchieri d'acqua.
  • Prendiamo la stuoietta di bambù e rivestiamola completamente con pellicola trasparente. Adagiamo sulla stuoietta un foglio di alga nori con la parte opaca rivolta verso di noi e la parte lucida poggiata sulla stuoietta. Inumidiamo le mani nell'acqua acidulata con l'aceto di riso, prendiamo una piccola quantità di riso e ricopriamo l'alga con uno strato leggero evitando i bordi, mettiamo sulla parte inferiore una striscia di tofu spessa mezzo cm circa, una striscia di carota, il pesce (tonno, salmone, crema di tonno o surimi) e arrotoliamolo aiutandoci con la stuoietta, pressando e rilasciando di tanto in tanto. Anche il piccolo chef ha voluto provare ed è stato bravissimo.
  • Quando sarà ben arrotolato trasferiamolo su un tagliere e tagliamolo a fette spesse un cm circa bagnando la lama del coltello nell'acqua acidulata. In questo modo otterrete il sushi Futomaki. Per il sushi Hosomaki cioè di dimensioni più piccole usiamo solo due ingredienti e metà foglio di alga nori, quindi tagliamolo più spesso almeno due cm. Per il sushi Uramaki cioè con il riso all'esterno procediamo come sopra ma ricoprendo completamente l'alga di riso anche ai bordi, rivoltiamola velocemente sulla stuoietta di bambù con l'alga rivolta verso di noi, farciamo a piacere e arrotoliamo, prima di tagliarlo spolverizziamolo con semi di sesamo. Per il sushi Nigiri basterà ricavare una polpetta di riso schiacciandolo tra i palmi delle mani dandogli una forma leggermente allungata e ricoprendolo con una fettina di pesce.

Buon appetito!

Se vi piace questo sfiziosissimo piatto vi suggerisco di provarlo perché è veramente più semplice di quanto non sembri.

A presto!

Grazie al commento lasciato da Monica su questo post, ho riflettuto sul fatto che forse sono stata un po' troppo vaga e superficiale, sorvolando su un argomento invece importantissimo e cioè la preparazione del pesce.
Sappiamo che il pesce crudo contiene dei batteri, uno in particolare molto nocivo per la nostra salute, perciò dobbiamo attenerci scrupolosamente ad alcune regole semplici ma fondamentali, per poterlo consumare in sicurezza.
Prima di preparare questa ricetta mi sono dovuta documentare e tramite alcune mie fonti personali ed altre trovate sul web ho scoperto che il pesce deve essere preventivamente congelato ad una temperatura di almeno -20° e per un minimo di 24-36 ore.
Alcuni sostengono che si può congelare anche a -18° se per un periodo di tempo maggiore, ma sinceramente questa è un'ipotesi che non mi sento di consigliare.
Per una totale sicurezza è preferibile acquistarlo direttamente in pescheria abbattuto in modalità super frozen.






27 commenti:

  1. Sai che non lo ho mai assaggiato!!! ma che importanza ha l'estetica... l'importante è che sia buono e su questo non ho dubbi!!!
    Flora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noooo Flora, so che non ami il pesce ma devi perlomeno assaggiarlo .. giusto un rollino :)
      Baci

      Elimina
  2. Devi darmi atto che ci sto provando, chissà forse un giorno potrei anche provare a prepararli...

    RispondiElimina
  3. Ciao Marina piacere di conoscerti grazie per aver deciso di partecipare al nostro contest con questa ricetta! Ti aspettiamo se vuoi con qualche altro piatto tra i tuoi preferiti!

    RispondiElimina
  4. Ciao Marina piacere di conoscerti grazie per aver deciso di partecipare al nostro contest con questa ricetta! Ti aspettiamo se vuoi con qualche altro piatto tra i tuoi preferiti!

    RispondiElimina
  5. Bravissima!! Mica vero che mancano di estetica i tuoi maki, a me sembrano venuti proprio bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie cara, in effetti erano molto buoni ed è quello che conta .. ma si può sempre migliorare.

      Elimina
  6. Il sushi è il piatto preferito di mia figlia, buonissimo, sei stata brava nel prepararlo! In bocca al lupo per il contest, un abbraccio!

    RispondiElimina
  7. A me l'idea di pesce crudo non mi ha mai fatto fare questo passo di mangiarlo, ma se fosse preparato diversamente sì. Comunque come ti dicevano prima, importante è il gusto e poi, le foto non sono proprio così male come dici tu ! felice giornata e auguri per i contest !

    RispondiElimina
  8. Io lo adoro al salmone!!!!! ma complimenti davvero.. non so se sarei mai capace.. Sei stata bravissima.. smack

    RispondiElimina
  9. ciao Marina, contraccambio volentieri la visita.Non sono capace di fare il sushi ma se dovessi provare avrei le foto passo passo che hai pubblicato tu come guida, grazie !

    RispondiElimina
  10. Confesso che non ho ancora provato a fare il sushi in casa, ma ne vado letteramente pazza e mi voglio cimentare seguendo le tue indicazioni.

    RispondiElimina
  11. Lo sai che ne vado matta? devo mangiarlo almeno una volta a settimana, anche se non ho mai pensato di prepararlo a casa.. magari chissà adesso con la tua fantastica ricetta...!

    RispondiElimina
  12. Non riesco a decidermi a provarlo...... Non so se ne sarei capace ma se non si prova mai, mai lo si può sapere, no????
    Bravi voi a farlo in casa!!!!
    Kissssssssssssssssssssssssssss
    P.S.Ti va di fare un gioco??? Ti aspetto nel mio blog!! ;-)

    RispondiElimina
  13. Oh ma si che provero' a farli e poi i tuoi sono bellissimi e ben fatti, complimenti! Io ne vado matta ma alla fine li compro sempre :(
    Un abbraccio...... e vinci il contest!!! :)

    RispondiElimina
  14. Ciao cara ti confesso che non ho mai mangiato il sushi.
    Comunque ti auguro di riuscire a vincere il contest con questa ricetta, che poi non è mica vero che l'estetica non è il massimo...a me sembrano bellissimi :)

    RispondiElimina
  15. Bravissima Marina, che spettacolo questo sushi, moooooooooolto invitante!!!!

    RispondiElimina
  16. ma sai che io invece non l'ho mai assaggiato? Bravissima il tuo esperimento è riuscito perfettaemnte!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  17. Marina,che meraviglia sei stata bravissima!Le mie figlie ne vanno matte, ma io sono un po restia, non amo il pesce crudo!
    Grazie di cuore per questa ricetta, se deciderò di prepararlo, l'ho farò con la tua ricetta!
    Un dolcissimo week end!
    Un caro abbraccio Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  18. Complimenti ottimo risultato, sono belle soddisfazioni quando si vincono le sfide!!!
    Baci

    RispondiElimina
  19. Bravissima Marina! Sono andata a leggere del contest, magari riesco a mandarti qualcosa. Un bacione a presto

    RispondiElimina
  20. L'estetica se ne farà una ragione! Brava! Adoro il sushi, ma non lo mangio quasi mai causa mancanza di fiducia nei ristoranti locali... dovrei provare a rifarlo a casa! Unica cosa: il pesce so che non deve solo essere surgelato ma messo in abbattitore di temperatura. Tu hai l'abbattitore, o sei riuscita a trovare dove vendono pesce così trattato e quindi adatto al sushi? Nel secondo caso, mi sveli dove??? Grazie! ;)

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, grazie della visita e del commento. Ti capisco benissimo e anch'io avevo le tue perplessità e non avendo l'abbattitore mi sono documentata. Ho scoperto che il pesce crudo deve essere preventivamente congelato ad una temperatura di -20° per almeno 24 ore, per fortuna il mio freezer (essendo 3 stelle più 1) arriva a questa temperatura, altri mi hanno suggerito anche -18° ma non mi fido e per sicurezza lo scongelo dopo 36 ore come mi è stato suggerito sia da un amico chef che lo prepara nel suo ristorante che dal mio pescivendolo di fiducia.
      Se il freezer non dovesse raggiungere questa temperatura è preferibile acquistarlo surgelato. Certo con l'abbattitore si risparmia tempo perché basterebbero solo 9 ore.
      Ti lascio anche un link dove puoi trovare maggiori informazioni in merito: http://www.guidaconsumatore.com/alimentazione/sushi-rischi-alimentari.html
      Spero di esserti stata utile cara, un abbraccio e a presto.

      Elimina
    2. Vado a leggermelo, grazie mille! Avendo avuto il mio compagno la salmonella anni fa, sono sempre molto attenta!

      Elimina
  21. non voglio provare, potrebbe essere la fine, amo il sushi e non devo imparare a farlo altrimenti diventerei dipendente, complimenti!

    RispondiElimina
  22. Quanto mi piace il sushi, ma per me sarebbe impossibile riuscire a farlo in casa. Il tuo ha un aspetto delizioso. Bravissima!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...